Cookies

Archeologika parte da Cabras. Meeting con gli operatori per la promozione del turismo culturale

Cabras è la prima tappa regionale del progetto ‘Archeologika 2021’, vetrina di promozione turistica e culturale che getta le sue basi sul patrimonio archeologico della Sardegna.

L’immensa ricchezza storico-archeologica legata al sito di Tharros e soprattutto al patrimonio scultoreo rinvenuto a Mont’e Prama, assegnano alla cittadina un posto in prima fila, che diventa uno dei nuclei principali del progetto ideato dall’Assessorato regionale al Turismo in collaborazione con la Camera di Commercio di Cagliari e Oristano.

I diciassette buyer provenienti dal nord Italia, che lavorano alla creazione di offerte personalizzate per un turismo nazionale di alta qualità, ieri hanno visitato il Museo archeologico Giovanni Marongiu dove sono custoditi i Giganti di Mont’e Prama e questa mattina alle ore 9 sono iniziati i lavori al centro polivalente di via Tharros, dove gli operatori locali hanno potuto presentare la propria offerta turistica.

“Si tratta di una grande occasione per far conoscere quella parte di territorio che trascende il già noto – ha spiegato il Sindaco Andrea Abis -. Cabras, oltre che per le sue bellezze e peculiarità, scommette molto sui tesori dell’archeologia, sul museo, sulla gestione di Mont’e Prama per ampliare i flussi turistici nella media e bassa stagione turistica”.

“Siamo soddisfatti per l’ampia partecipazione delle aziende a questo progetto – ha aggiunto l’Assessore al Turismo Carlo Trincas -, l’offerta presentata spazia dal settore museale e archeologico, passando per la ricezione fino al settore sportivo, con la presentazione di svariate possibilità di fruizione del territorio. Contiamo nell’interessamento dei buyer e siamo fiduciosi che possano contribuire a un incremento delle presenze nell’imminente futuro”.