Cookies

Dati Covid-19

[Sabato 28 novembre 2020]

Sono 22 i casi di positività al Covid-19 attualmente registrati a Cabras. Nell'aggiornamento della Assl si contano una guarigione e cinque nuovi contagi. Solo due di questi risultano collegati a un precedente caso, gli altri tre riguardano dei nuovi nuclei familiari.

Occorre sempre di più rispettare le norme prescritte per cercare di ridurre al minimo la possibilità di entrare in contatto con il virus. 

 

[Mercoledì 25 novembre 2020]

Sono 18 i casi di positività al Covid-19 attualmente registrati a Cabras. Nell'aggiornamento della Assl si contano 4 nuovi contagi e una guarigione.

L'invito a rispettare le norme di distanziamento, usare i dispositivi di protezione e igienizzare le mani è sempre valido per ridurre il più possibile la circolazione del virus.

 

[Sabato 21 novembre 2020]

Sono 16 i casi di positività al Covid-19 attualmente registrati a Cabras. Nell'ultimo aggiornamento della Assl si contano 5 guarigioni e 5 nuovi contagi. 
Solo uno di questi risulta collegato a un precedente caso, gli altri riguardano tutti dei nuovi nuclei familiari. 

È fondamentale ricordare sempre di igienizzare le mani e usare la mascherina, rispettando le norme di distanziamento.

 

[Mercoledì 18 novembre 2020]

Giungono buone notizie sul fronte scuola. Gli insegnanti della classe della Scuola Primaria in quarantena ieri sono stati sottoposti al tampone antigenico nel laboratorio privato convenzionato con il Comune, sulla base del programma di prevenzione predisposto dal Sindaco Andrea Abis. Per tutti l'esito è stato negativo.

"Fortunatamente nessuno degli insegnanti ha contratto il virus - ha dichiarato il Sindaco Abis -. Il programma, con questi tempi rapidi di risposta, può davvero darci una mano per tentare di evitare quello che ormai sta succedendo in moltissime scuole, la chiusura integrale. Ci stiamo provando".

 

[Lunedì 16 novembre 2020]

Fra i quattro nuovi positivi al Covid19 degli ultimi giorni c'è anche un alunno della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo.

Si è resa quindi necessaria la quarantena per l’intera classe e per alcuni insegnanti, che al momento stanno proseguendo l’attività lavorativa con le lezioni a distanza.

Per garantire la sicurezza degli studenti e del personale scolastico e procedere verso una celere risoluzione della situazione il Sindaco Andrea Abis ha disposto uno screening immediato del personale docente coinvolto.

“Stamane ho concordato con l’Ufficio di Igiene Pubblica l’esecuzione di tamponi antigenici con esito immediato per domani mattina, a carico del Comune, presso un laboratorio privato di Oristano - ha dichiarato il Sindaco Andrea Abis -, così da monitorare lo stato di salute degli insegnanti e consentire alla scuola di provvedere tempestivamente in caso di eventuale positività dei docenti. Il fattore tempo è rilevante in questi casi e la procedura pubblica è in affanno e non può garantire tempi rapidi”.

Intanto sono 16 i casi di positività al Covid19 registrati a Cabras. Si tratta ancora una volta di contagi avvenuti all’interno di nuovi nuclei familiari.

 

[Sabato 14 novembre 2020]

Sono 12 i casi di positività al Covid-19 attualmente registrati a Cabras. 
Rispetto all'ultimo aggiornamento si contano una guarigione e quattro nuovi casi. 
Nessuno dei nuovi casi risulta collegato ai contagi precedenti. 

Invitiamo pertanto tutta la popolazione all'uso costante della mascherina e a igienizzare le mani di frequente, rispettando le norme di distanziamento.

È fondamentale l'impegno da parte di tutti, grandi e piccoli, perché la prevenzione è la migliore arma per combattere e vincere la battaglia contro il virus.

 

[Mercoledì 11 novembre 2020] 

Sono 9 in tutto le persone positive al Covid-19 a Cabras.

I dati dell’ultimo aggiornamento della Assl di Oristano registrano 6 guarigioni e 4 nuovi casi di positività. Solo uno di questi risulta collegato a un precedente caso, mentre gli altri tre interessano persone all’interno di nuovi nuclei familiari. Questo dato preoccupa perché segnala che il virus sta circolando più ampiamente di quanto non dicano gli accertamenti.

L’invito è sempre di più quello del rispetto delle norme di distanziamento e dell’uso dei dispositivi di protezione.