Foto Foto Foto Foto Foto Foto
Vivi Cabras>La storia di Cabras

La storia di Cabras

L’aggregato rurale di Cabras è attestato dalla fine del secolo XI con il nome di “Masone de Capras”, con il quale compare ancora, tra il XII ed il XIII secolo, nel Condaghe di Santa Maria di Bonarcado.
Sulle rive dello stagno di Cabras i giudici arborensi possedevano una residenza fortezza di cui oggi rimangono pochissimi ruderi. Successivamente, in altre testimonianze e tra queste, nella famosa pace stipulata nel 1388 tra Eleonora d’Arborea e il sovrano aragonese, la villa della curatoria del Campidano maggiore, rappresentata dal majore e dai Jurados, è presente con la denominazione di “villa de Capras.
Conclusasi nel 1410 l’esperienza del giudicato arborense, con l’istituzione del Marchesato di Oristano, concesso in feudo alla famiglia Cubello, Cabras entrò a far parte dei vasti territori ex giudicali da esso incorporati. Infine, sconfitta nel 1478 per mano dei Catalano-Aragonesi anche quest’ultima compagine sarda, guidata da Leonardo Alagon, i territori dell’ex Marchesato di Oristano, al quale la villa di Cabras apparteneva, furono incorporati prima nel demanio della Corona di Aragona e poi in quella della Corona di Spagna.
Oristano, nel 1479, divenne città regia ed i tre Campidani vennero posti sotto la sua giurisdizione.
La lunga dominazione spagnola si potrasse fino ai primi decenni del secolo XVIII.
Nel 1713, con la pace di Utrecht, la Sardegna passò agli Asburgo d’Austria e infine nel 1720, con la pace dell’Aja, fu definitivamente assegnata ai Savoia.


s’istòria de crabas

Sa bidda de Crabas est apurau ca nci fiat giai de s’acabu de su XI sèculu cun su nòmini de “Masone de Capras”, chi si torrat a agatai, intra de su XII e su XIII sèculu, in su Condaghe de Santa Maria de Bonàrcadu.
A oru de s’istàinu de Crabas is giùigis de Arborea fiant meris de una domu-fortalesa chi oi ndi abarrant sceti pagu arruinas. A pustis in
atrus testimonias e, intra de custus, in sa paxi famada istabilida in su 1388 intra de Eleonora de Arborea e su rei aragonesu, sa bidda de sa curadoria de su Campidanu majori, chi dd’arrapresentat su majore e is Jurados, s’agatat cun su nòmini de “villa de Capras”.
Cun s’ispaciada in su
 1410  de su giudicau de Arborea e sa nàscida de su Marchesau de Aristanis, lassau in fèudu a sa famìllia Cubello, Crabas fiat intrada in cussus territòrius mannus chi fiant de su giùigi, e immoi postus aintru de su fèudu etotu. Po acabai, bintu in su 1478 po manu de is Catalanus-Aragonesus finas custu ùrtimu unioni de sardus, chi ghiat Leonardo Alagon, is terras chi fiant de su Marchesau de Aristanis, aundi ndi fadiat parti sa bidda de Crabas, fiant intradas prima in su demàniu de sa Corona de Aragona e a pustis in cussa de sa Corona de Spagna.
Aristanis, in su
 1479, dd’iant fata citadi règia e is tres Campidanus ddus aiant postus asuta de sa  giurisditzioni cosa sua.
Sa dominatzioni spagnola, tirada a longu, iat sighiu is primu dexinas de annus de su XVIII sèculu.
In su
 1713, cun sa paxi de Utrecht, sa Sardigna fiat passada a is Asburgus de s’Àustria e po acabai in su 1720, cun sa paxi de s’Aja, dd’iant assinnada una borta po totus assignada a is Savoias.


LEGGI IL LIBRO "SA CANZONI"

Comune di Cabras - Piazza Eleonora d'Arborea,1 - 09072 Cabras (OR) - Tel. 0783.3971
Email PEC: comunedicabras@pec.it (Attiva sino al 19-09-2016) - protocollo@pec.comune.cabras.or.it (nuova PEC da utilizzare a decorrere dal 19-09-2016)