L'Assessora all'Agricoltura Satta riceve l'Amministrazione Abis per un confronto operativo sulle problematiche della pesca in AMP

Dopo il primo incontro incentrato sulle problematiche della pesca in area marina protetta, tenutosi nel mese di dicembre 2022, si è svolta nel pomeriggio di giovedì 19 gennaio la seconda riunione presso la sede dell’Assessorato all’Agricoltura.

Oltre all’Assessora Valeria Satta accompagnata dal suo staff, erano presenti il deputato Dario Giagoni e il biologo marino ed ex parlamentare Lorenzo Viviani.

Il Sindaco di Cabras Andrea Abis è stato accompagnato dall’Assessora alla Pesca Alessandra Pinna, dal Direttore dell’AMP Massimo Marras e dal biologo marino Roberto Brundu.

“All’esito del confronto è stato compiuto un importante passo avanti da parte della Regione – ha dichiarato il Sindaco Abis - con l’impegno dell’Assessora Satta a richiedere un incontro congiunto a Roma, presso il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, al fine di supportare l’AMP nella ricerca di soluzioni immediate da proporre al Ministero a favore del comparto pesca, a partire dalla raccolta del riccio. Come noto – conclude il Sindaco – lavoriamo da tempo per regolamentare la pesca in AMP con l’approvazione da parte del Ministero di un piano, condiviso con le imprese locali, basato su periodi di fermo biologico e pesca selettiva. Il ruolo dell’Assessorato all'Agricoltura su questo tema sarà fondamentale”.

Sono state rappresentate le numerose problematiche e criticità nella gestione di un’area marina fra le più estese d’Italia e con il più elevato numero assoluto di pescatori autorizzati. Si è parlato di stato di salute del mare, consistenza delle specie ittiche, del prelievo, del sistema dei controlli e della vigilanza, dei margini di competenza della gestione locale.  L’attenzione si è concentrata in particolare sui risvolti socio-economici che ricadono sugli operatori locali, soggetti a particolari vincoli e restrizioni, dalla raccolta del riccio di mare, al prelievo con tutti gli altri strumenti consentiti della pesca artigianale. 

"La collaborazione tra gli enti si dimostra fondamentale al fine di rendere concrete le disposizioni a sostegno di un settore in difficoltà. Intendiamo dare una svolta alla situazione di stallo, che col tempo si è cristallizzata e siamo fermi nell'intento di sollecitare il Ministero affinché i nostri lavoratori possano ottenere risposte e soluzioni durature" ha aggiunto l’Assessora alla Pesca Alessandra Pinna.