Cookies

Il no alla violenza sulle donne pronunciato dagli studenti come segno di speranza

Gli studenti questa mattina hanno animato le piazze di Cabras, celebrando con entusiasmo la giornata dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne.

“Non dobbiamo limitarci esclusivamente a una riflessione tra adulti sul tema della violenza, ma investire sulle nuove generazioni affinché fin da piccoli siano chiari i concetti di rispetto e parità tra i generi. Seminare positività è il primo passo verso la costruzione di uomini e donne consapevoli” hanno dichiarato l’Assessora alle Politiche Sociali, Sanitarie e Assistenziali Laura Celletti e il Consigliere alla Pubblica Istruzione Ferdinando Sechi, presenti in piazza questa mattina.

La giornata è iniziata con qualche goccia di pioggia, che non ha scoraggiato i ragazzi della secondaria di primo grado, i quali insieme alle insegnanti si sono messi da subito al lavoro per dipingere di rosso la panchina posizionata nella piazza Ravenna e le scarpette, realizzate per l’occasione con l’ausilio di una stampante 3D.

A seguire, nella piazza Azuni, è stata la volta dei bambini della classe terza della scuola primaria di via Cesare Battisti.

Colore rosso e pennelli sono stati i protagonisti anche alla scuola dell’infanzia di via De Gasperi, dove i più piccoli a turno hanno dipinto una piccola parte della panchina che verrà poi installata nel giardino della scuola.

Le parole ‘rispetto’ e ‘amore’ sono state le più pronunciate dai bambini, grazie al lavoro fatto durante i giorni scorsi dalle maestre.  

“Durante la settimana abbiamo previsto momenti di riflessione e di approfondimento per far maturare nei ragazzi una sensibilità che li possa portare a costruire e a vivere una società solidale, dove vengano garantite a tutti pari opportunità nel rifiuto totale della violenza” sono state le parole del Dirigente scolastico Paolo Figus.

Erano presenti durante la mattina anche la Vice Sindaca Alessandra Pinna e l’Assessore all’Urbanistica e Lavori Pubblici Enrico Giordano.