Foto Foto Foto Foto Foto Foto

14/06/2017

Piano Valorizzazione e Recupero degli Usi Civici e nuovo Regolamento. Osservazioni

 Da diverso tempo, l’Amministrazione Comunale ha affrontato un problema complesso come quello delle terre civiche, patrimonio di tutti i cittadini di Cabras, agendo nella materia su tre fronti: il regolamento, il piano di valorizzazione e la mappatura dei terreni con il GIS. Numerosi sono stati gli incontri con i cittadini, gli operatori  agricoli e le Associazioni di Categoria che hanno permesso di acquisire informazioni, suggerimenti ed elementi per lavorare al meglio sulla gestione delle terre civiche e poter proporre una bozza di piano di valorizzazione e di nuovo regolamento che a breve saranno portati all’attenzione del Consiglio Comunale.

 

I terreni a uso civico sono terreni con diritti spettanti alla collettività, nel caso specifico ai residenti del Comune di Cabras.

Questi terreni sono gestiti dal Comune di Cabras per conto della collettività, e la loro fruizione è, principalmente, finalizzata al soddisfacimento di bisogni essenziali (bosco/pascolo/coltura), ma anche utilizzabili per finalità non tradizionali.

 

La normativa di riferimento è, a livello regionale, la L.R. n.12 del 1994 e S.M.I.

Il Servizio della Regione Sardegna preposto alle gestione dei procedimenti amministrativi relativi agli usi civici è Argea.

 

I Decreti di accertamento attraverso i quali gli usi civici del Comune di Cabras sono riconosciuti sono:

-          Decreto del Commissario Regionale per gli Usi Civici n. 171 del 20 Novembre 1936

-          Decreto del Commissario Regionale per gli Usi Civici n. 274 del 3 Agosto 1941;

 

Nel 2012 la Regione Sardegna inoltre ha provveduto a formare l’inventario generale delle terre civiche. Sulla base di tale inventario si sono individuati e mappati, nel territorio di Cabras i terreni a uso civico, che costituiscono circa il 24% del territorio comunale (poco meno di  2500 ha).

 

Documento fondamentale per la gestione degli usi civici è il Regolamento comunale degli usi civici, che ne disciplina la gestione. Questo, tra le altre cose, disciplina la gestione degli usi civici nelle forme tradizionali (bosco/pascolo/coltura) e di quelli nelle forme non tradizionali. Gli usi non tradizionali possono essere molteplici, purché sia adottato un Piano di Valorizzazione che li programmi.

Allo stato attuale, il Comune di Cabras ha già un Piano di Valorizzazione (approvato nel 2000) ed un Regolamento comunale (in fase di rielaborazione per l'adeguamento all'aggiornamento del Piano di Valorizzazione a cui si sta procedendo), e procede alla gestione dei terreni a uso civico sia con finalità tradizionali che non tradizionali.

 

Di seguito si riporta una descrizione delle Tavole allegate alla presente che costituisce la proposta di aggiornamento del Piano vigente:

 

Uso civico stato attuale: riporta la situazione attuale dei terreni ad uso civico inclusi gli atti di disposizione, ovvero i procedimenti di tipo amministrativo per un uso diverso da quello tradizionale.

·         Aree a uso civico: sono aree utilizzate per finalità tradizionali di pascolo, bosco o coltura o nelle quali non sono presenti atti di disposizione;

·         Ablato: aree nelle quali è stato adottato un Decreto della Regione Sardegna che ha “ablato” l'uso civico;

·         Sclassificato: aree nelle quali si è realizzata la perdita del regime demaniale civico in aree precedentemente a uso civico;

·         Mutamento di destinazione d'uso: aree nelle quali si ha un uso diverso da quello tradizionale.

 

 

 

Uso civico futuro: riporta la proposta per il nuovo Piano di valorizzazione, definendo le nuove aree per gli usi tradizionali e per quelli non tradizionali.

In particolare, le aree a uso non tradizionale sono distinte in

n  Valorizzazione turistico-ambientale che comprende le aree dirette alla fruizione turistico-ambientale del territorio

n  Servizi, tra cui:

·         Servizi culturali

·         Scuole

·         Cimitero

·         Impianti sportivi

·         Zona di addestramento cani

·         Campeggio

·         Infrastrutture a rete e puntuali

·         Depuratore

·         Ovile sociale

n  Piscicoltura

 

Sulle aree a uso non tradizionale saranno, in ogni caso, consentiti gli usi tradizionali, mentre nelle aree a uso tradizionale non sono consentiti usi diversi (a meno di ulteriori procedimenti). E' pertanto opportuno che gli usi diversi da quelli tradizionali siano definiti in questa fase.

 

Insieme al Piano di valorizzazione, sarà inoltre definito il Piano di Recupero, attualmente in fase di completamento, nel quale saranno indicati i mappali eventualmente da recuperare e le modalità per far sì che questi rientrino nelle disponibilità della Comunità.

 

A tal fine, come concordato durante l’attività di concertazione con le associazioni di categoria, gli operatori ed i cittadini si invitano gli interessati a presentare per 10 giorni, a partire dalla data odierna, osservazioni, proposte di modifica o integrazione che potranno essere un utile spunto di riflessione per il miglioramento del Piano e per l’approvazione del nuovo regolamento. Le stesse dovranno essere inviate alla seguente mail usi civici.cabras.or@gmail.com    fino al giorno 23 giugno 2017.

 

 

 

f.to Il Consigliere Delegato Gianni Meli                                                                              

f.to Il Sindaco Cristiano Carrus



dati/ContentManager/files/Regolamento Usi Civici.pdf

dati/ContentManager/files/Uso civico futuro_03 (1).pdf 

dati/ContentManager/files/Uso civico stato attuale_03.pdf

 

 

Comune di Cabras - Piazza Eleonora d'Arborea,1 - 09072 Cabras (OR) - Tel. 0783.3971
Email PEC: comunedicabras@pec.it (Attiva sino al 19-09-2016) - protocollo@pec.comune.cabras.or.it (nuova PEC da utilizzare a decorrere dal 19-09-2016)