“Su Tempus malu”. A Cabras va in scena l’opera di Alessandro Arrabito Campus

Lunedì 27 dicembre alle ore 21 al centro polivalente, Casa Teatro 2007 Nuoro e il Comune di Cabras presentano l’opera teatrale Su Tempus malu, scritta dal regista Alessandro Arrabito Campus, che ha voluto con sé una miscellanea di noti artisti della scena musicale e teatrale isolana, fra cui la cantante Maria Luisa Congiu, Emanuele Garau, Clara Farina e i virtuosi della Scuola musicale Chironi Nuoro/Associazione Laborintus Sassari.

L’opera, finanziata dall’Istituto Superiore Regionale Etnografico e dalla Fondazione di Sardegna, è un canto di riscossa per la Sardegna, uno speranzoso sguardo sul futuro perché la terra sarda possa ripartire dopo la pandemia da Covid19, quando questo invisibile avversario diventerà una cicatrice, un amarissimo ricordo.

In un luogo spazio-temporale sospeso, dentro un silenzio scandito da musica, cortei e immagini, i protagonisti sono una donna, una bambina, una ragazza, un uomo giovane e uno più anziano. Sono i cinque reduci della pandemia, simbolo del popolo di Sardegna, che confessano a una nera e tacita donna il racconto dei loro mesi più terribili. A questi, negli splendidi video di Gianluca Razzauti, si alternano gli elementi ancestrali, sole, notte, mare e vento, come testimonzos della fragilità dell’uomo.

La traduzione poetica in lingua sarda è di Stefano Flore. Le suggestive musiche originali dal vivo di Gabriele Verdinelli si intersecano alla narrazione verbale e musicale come da una comune radice.

L’ingresso è gratuito. Sarà richiesto il green pass rafforzato e l’ausilio dei dispositivi di protezione respiratoria come da normativa ministeriale.

Per informazioni è possibile chiamare al numero  346 137 9869.